3 modi per camminare veloce – Dimagrisci velocemente

Per rendere la camminata efficace ai fini dimagranti, occorre 3 modi per camminare veloce e con un ritmo costante e continuativo. È dunque necessario tenere un passo sostenuto per tutta la durata e raggiungere la cosiddetta “zona di resistenza“, compresa tra il 60% e il 75% della frequenza cardiaca massima, ovvero il numero massimo di battiti del cuore in 1 minuto quando si è sottoposti a sforzo fisico e così dimagrisci velocemente.

Mantenendo il cuore nella zona di resistenza è possibile bruciare i grassi di riserva, perché le calorie utilizzate per alimentare i muscoli ed avere energia provengono prevalentemente da questi. Se mentre cammini resti senza fiato, non riesci più a sostenere il ritmo della camminata e sei costretta a fermarti, significa che sei oltre la zona brucia grassi, quindi rallenta. Se invece ti senti accaldata, inizi a sudare in modo graduale durante il tragitto, percepisci i muscoli del corpo attivi ma non hai il fiato corto, significa che sei nella tua zona brucia grassi, non diminuire il ritmo e continua. 

Un buon modo per iniziare a camminare per dimagrire, se non hai mai fatto prima nessun tipo di attività fisica, è quello di alternare nel corso delle prime uscite 2 minuti di camminata veloce con 30 secondi a passo blando.

Quanto tempo bisogna camminare per dimagrire? 

La durata esatta della camminata per dimagrire è una domanda di rito che tutti si fanno… quanto tempo bisogna dunque camminare per bruciare calorie e perdere peso?

Per aprire le riserve di grasso e bruciare le calorie provenienti da questa fonte energetica è necessario camminare per un arco di tempo che va dai 40 ai 60/80 minuti. Si sente spesso parlare della famosa camminata di 30 minuti, ma per raggiungere un passo sostenuto occorre prima riscaldare il corpo e avviare il ritmo della camminata, quindi considerando che per ottenere questo occorrono circa 10 minuti, per raggiungere l’obiettivo dei 30 minuti e i relativi vantaggi, ai 30 minuti vanno aggiunti ulteriori 10 minuti per il riscaldamento.

Partendo dal presupposto che la durata minima della camminata per dimagrire deve essere dunque di almeno 40 minuti, aggiungendo minuti in più alla tua camminata sarà possibile raggiungere gli obiettivi e perdere peso in modo più rapido.  

Quale velocità media bisogna tenere per dimagrire?

La velocità media a Km/h da tenere durante la camminata per dimagrire è un dato da non sottovalutare. Per monitorare questo valore non c’è altra possibilità che rivolgersi alle apposite app o ai dispositivi elettronici da polso.

La velocità media minima a Km/h da tenere per bruciare i grassi deve superare i 4/4,5 Km/h, se poi riesci a sostenere velocità superiori puoi camminare anche più veloce, ma se inizi a percepire affanno rallenta immediatamente.

Se non hai modo di monitorare i Km/h, puoi usare questo metodo: tieni conto che devi percorrere 1 km in minimo 11 massimo 15 minuti.  

Quante calorie si bruciano in 1 ora di camminata?

Le calorie bruciate sono un dato molto soggettivo, che variano a seconda del peso, dei tuoi anni e del ritmo della camminata. È ovvio che più si cammina veloce più calorie si bruciano, inoltre è possibile aumentare il dispendio calorico anche aggiungendo nel tragitto percorsi con pendenza.

Andando alla stessa velocità le persone che pesano di più, consumano maggiori calorie, perché il volume della massa del corpo che si muove è superiore e richiede un dispendio energetico maggiore. Ad esempio in media una persona che pesa dai 50 ai 60 kg, percorrendo 1 km con un ritmo di 4,5 Km/h oppure in 13 minuti circa, brucia dalle 50 alle 55 calorie. Se il ritmo aumenta anche le calorie aumentano. Se si fa riferimento ad un soggetto che pesa dai 65 ai 75 Kg, percorrendo 1 km sempre allo stesso modo dell’esempio riportato sopra, brucia da 55 a 65 calorie.  

Dal momento in cui le calorie sono dei numeri di riferimento, non devono essere contante con ansia e diventare un ossessione. Più che la conta delle calorie perse, durante la camminata, meglio osservare allo specchio i cambiamenti fisici che la camminata veloce porta al nostro corpo. 

Durante la camminata concentra la tua attenzione non tanto sul numero delle calorie bruciate, ma fai riferimento al ritmo, alla durata e alla frequenza delle tue uscite. In modo approssimativo, se rispetti il ritmo e i km, in 1 ora di camminata veloce brucerai circa 250 calorie, se aggiungi percorsi in pendenza il tuo consumo calorico aumenterà.